ROBERTA DEGL’INNOCENTI IN PALAZZO VECCHIO

Sabato 18 maggio 2012 alle ore 17 in PALAZZO VECCHIO

INCONTRO CON L’AUTORE

L’onirismo lirico nella scrittura di Roberta Degl’Innocenti

Presenta EUGENIO GIANI, Presidente del Consiglio Comunale di Firenze

 

Il Presidente del Consiglio Comunale Eugenio Giani con Roberta Degl’Innocenti

Considerazioni di Lia  Bronzi

La serata è dedicata all’opera omnia dell’Autrice in prosa e poesia

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

I GRAFFI DELLA LUNA, IL MIO NUOVO LIBRO DI POESIE

I GRAFFI DELLA LUNA DI ROBERTA DEGL’INNOCENTI (EDIZIONI DEL LEONE E PREFAZIONE DI PAOLO RUFFILLI
 
E’ appena uscito il mio nuovo libro di poesie dal titolo I GRAFFI DELLA LUNA, pubblicato con Edizioni Del leone e prefazione dello scrittore, poeta e saggista Paolo Ruffilli.
 
La presentazione avverrà sabato 4 febbraio 2012 presso il Palagio di Parte Guelfa alle ore 16.30, nel prestigioso Salone Brunelleschi,  Piazzetta di Parte Guerlfa,   1 Firenze.
 
Presentatori: Paolo Ruffilli ed Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Comunale di Firenze.
 
Letture dell’Autrice
Musica a cura del maestro  Lorenzo Maria Scultestus
 
Sara presente Toscana Tv con il giornalista Fabrizio Borghini
 
 
Di seguito una bellissima recensione  di Ninny Di Stefano Busà (Pres. per la Lombardia dell’Unione Nazionale Scrittori e Pres. del Centro Iniziative letterarie)
 

a cura di Ninnj Di Stefano Busà

 Mi giunge inaspettato l’ultimo volume di liriche di Roberta Degl’Innocenti, poetessa ormai acclarata che merita tutta l’attenzione della critica militante.

E’ una bella poesia, una parola che scivola come una piuma mossa da un fiato leggero di vento, ma che trascorre e percorre tutte le ansie, i sussulti, le incognite, gli affanni di un tempo tra i più difficili e critici del malessere di oggi. Sotto la parola dell’autrice troviamo, sì, una levità di linguaggio, ma anche la ruvidezza difforme di una full-immesion totalizzante ed estrema negli anfratti della vita che “graffia” e oseremo dire anche morde.

La narrazione si fa potente e determina in linea di continuità: lo stile e l’esercizio di un scrittura che, ormai, fanno di quest’autrice una sigla riconoscibile.

Roberta Degl’Innocenti non è nuova a un filone di emozioni che fanno il suo repertorio di vita, di suggestioni, di amore, di figure di sostegno come i luoghi, gli affetti, ma qui, in questa sua nuova raccolta, mi permetto di aggiungere, c’è una novità: l’esperienza stratificata nel tempo che produce quel filo memorico, tra lil presente e il passato, la passione e la creatività, la scioltezza del segno e il suo antefatto. Vi è l’orchestrazione della parola che predilige nuove forme di espressione, si evincono note alte, una musicalità “altra”, che affiora dalle atmosfere idilliache del paesaggio esterno, dal piacere di ricamare sulla pelle i segni azzurri dell’anima che s’intrecciano e si smarriscono con i chiaroscuri della notte, coi suoi fantasmi, le sue magìe, e ritmano gradualmente un’amplificazione di toni e di situazioni quasi irreali.

Il lettore si sente quasi trascinato ai suoi cieli, ai suoi sogni, ai suoi incantesimi che riscrivono lo spartito con un accordo di altre note ricorrenti e irrinunciabili di vita e di passione.

Una fruibilità e un posizionamento d’immagini davvero figurativo e fantasioso, che ben si confà al carattere dell’autrice, che  ora si colloca in un linguismo elevato, atto a decifrare i suoi simboli, le sue interconnessioni, le interferenze umane ed emozionali in una sfera di grande continuità fònica e con “una libertà assoluta e vincente”, come afferma il suo prefatore Paolo Ruffilli.

Le composizioni hanno una loro sonorità stringente e irrinunciabile dal punto di vista letterario, il flusso che determina i contorni, la paesaggistiva dei luoghi, il riflesso dei tempi nelle singole composizioni si deve alla partitura particolarmente musicale, ìnsita nella natura stessa della poetessa, la quale tiene inchiodato il lettore alle atmosfere idilliache, quasi aeree e proteiformi della sua poesia, che predilige l’attraversamento dell’anima, per giungere a rispecchiare la straordinaria esperienza del mondo, le sue trame, i desideri, gli sviluppi di un registro che ha la forza evocativa di un karma.

Ad un esame attento e severo, Roberta Degl’Innocenti appare quella di sempre, perché la musicalità persiste, il tono ritmico, la cura per la preziosità e la levità della parola vi si avvertono forti più che mai; ancora vi sono: il senso intrinseco della ricerca, il valore aggiunto della sua personale autenticità, i riflessi memoriali, gli echi, lo smarrimento, che Roberta sottende al destino della poesia, in una continua analisi di aperture e chiusure, verso un corpo scrittorio che è insieme di grande fascino e di provata leggibilità e fruibilità lirica.

“I graffi della luna”, un libro che è tutto questo e molto di più, un  repertorio che danza con ali di libellula, ma con un ritmo materico ancorato alla zavorra del tempo.

Trattasi di connotazioni assai note nella sfera delle sue emozioni, da cui attinge la linfa vitale di tutta la suo storia letteraria. spirito e materia, brividi e rimbalzi, pulsioni e battiti, che l’autrice mette in campo per esorcizzare la danza, con un filo di rimpianto e turbamento: “un sussulto pervinca le parole” oppure: “capelli corti come vuole il vento/ a coccolare storie di parole:”

 
 
 
 
 
 
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

45.MO ANNIVERSARIO DELL’ALLUVIONE A FIRENZE

Libreria Chiari: la vetrina

 
Venerdì 4 novembre 2011 alle ore 17 alla LIBRERIA CHIARI di Piazza Salvemini  n. 18 (Centro storico) si è svolta una manifestazione per il 45.mo anniversario dell’alluvione a Firenze (1966). La serata che prevedeva letture, testimonianze, fotografie e dipinti era organizzata dal Centro d’Arte Modigliani e promossa dalla Vice Presidente Roberta Degl’Innocenti.
Per quanto riguardano gli artisti del Modigliani erano presenti i pittori Alfredo Correani e Giancarlo Ferruggia con un quadro, i poeti Anna Balsamo, Duccia Camiciotti, Stefano Ridolfi con alcune poesie, la scrittrice Roberta Degl’Innocenti con un racconto, il testo di Andrea Gelici è stato letto da Lenio Vallati. La poetessa Caterina Tromebetti si è espressa con una testimonianza.
 
Ad introdurre Roberta Degl’Innocenti che ha ripercorso i momenti dell’alluvione, raccontandone i diversi aspetti ed ha voluto anche ricordare le vittime che ci furono nell’ambito fiorentino e leggerne i nomi.
 
E’ intervenuto poi il Presidente Roberto Cellini che ha successivamente presentato i quadri dei pittori che si sono anch’essi espressi. Dopo la lettura delle poesie è stata la volta del racconto di Roberta, fatto a due voci, insieme a Stefano Ridolfi il quale ha portato diverse fotografie dell’alluvione. Tutti i documenti sono stati a disposizione del pubblico che è intervenuto con molte testimonianze di grande ineteresse. Fra le  diverse persone che si sono espresse:  Silvio Agnelli, Direttore del Centro La Volta di San Casciano, l’artista Lucia Santini e lo scrittore Roberto Nistri.
Notizie dell’evento sono apparse sul Calendario di Literary.
 

Roberta Degl'Innocenti e Stefano Ridolfi leggono il racconto di Roberta

 
 

Il dipinto di Alfredo Correani

 
 

Giancarlo Ferruggia e Roberto Cellini accanto al dipinto di Ferruggia

  

Alcuni momenti della serataAlcuni momenti della serata

 

Alcuni momenti della serataRoberta Degl'Innocenti introduce parlando dell'alluvione del 1966

 

Roberta Degl'Innocenti mentre introduce la serata

 
 

da six Giancarlo Ferruggia, Caterina Trombetti e Roberto Nistri

 

Roberto Cellini presenta le opere di Ferruggia e Correani

 

L'intervento di Silvio Agnelli

 
 
 
 
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ROBERTA DEGL’INNOCENTI VINCE A PONZANO SUPERIORE IL SECONDO PREMIO PER LA POESIA

Roberta Degl'Innocenti mentre viene letta la poesia

 
  • Domenica 18 settembre 2011 alle ore 18 a Ponzano Superiore  (Comune di Santo Stefano di Magra  –  La Spezia) si è svolta la premiazione della 27.ma edizione del Premio Nazionale di Poesia CESARE ORSINI.
  • La cerimonia, come sempre molto suggestiva, è avvenuta presso il Palazzo Comunale. Nel corso della serata sono state alternate la lettura delle poesie vincitrici a brani musicali e canzoni.

A presiedere la giuria la professoressa Donatella Zanella che ha parlato in generale della poesia e di tutte le sue implicazioni. Le letture erano affidate all’attore Roberto Rolla.

Per la sezione poesia sono stati assegnati: 1°, 2°, 3° Premio e tre segnalazioni.

La poetessa fiorentina Roberta Degl’Innocenti ha vinto il secondo premio con la poesia Ogni donna e  la seguente motivazione: “Esiste una dimensione femminile della poesia. L’autrice mette in evidenza la condizione della donna attraverso il tempo e nelle varie fasi dell’esistenza con immagini forti e suggestive, esplorando con l’eleganza dello stile e del linguaggio tutta la bellezza e la complessità del’universo femminile”.

Un pubblico importante e numeroso ha affollato la bella sala che ha ospitato la premiazione dimostrando di gradire il connubio fra musica e poesia in una serata molto ben condotta dagli organizzatori.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ROBERTA DEGL’INNOCENTI PRESENTA ANNADINA MANGAZIOL ALLA LIBRERIA CHIARI

Martedì 4 ottobre 2011 alle

La vetrina della Libreria Chiari

ore 17.30 alla Libreria Chiari, in Piazza Salvemini n. 18 Firenze (centro storico), si è svolta la presentazione del libro di poesie Prove di volo della poetessa triestina Annadina Mengaziol, pubblicato con Edizioni Del Leone, 201, con prefazione di Paolo Ruffilli.

  Il libro, introdotto da Alessandra Contini, Direttrice della Libreria Chiari di Piazza Salvemini, è stato poi presentato dalla scrittrice fiorentina Roberta Degl’Innocenti, la quale è entrata nel merito del libro e dei contenuti, in un viaggio ideale nella scrittura di Annadina Mergaziol. Sono state poi lette alcune poesie ed Annadina ha risposto alle domande poste da Roberta spiegando il suo percorso, l’approccio con la scrittura, il suo rapporto con Trieste ed anche con la pittura che ama molto.

Un evento molto apprezzato e seguito dal pubblico che ha poi rivolto lui stesso domande ed espresso apprezzamenti. Fra le molte persone presenti ecco i nomi di alcuni operatori culturali: Roberto Cellini, Presidente del Centro d’Arte Modigliani, Lia Bronzi, Presidente della Camerata dei Poeti, Duccia Camiciotti, con mansioni direttive in molte associazioni, Mario Macioce, Direttore del Laboratorio di poesia dell’Accademia Vittorio Alfieri, Silvio Agnelli, Direttore del Centro Artistico La Volta di San Casciano, la scultrice Doralice Avanzi, il maestro Giancarlo Ferruggia, la poetessa e pittrice Tiziana Curti (che nel 2011 ha fatto proprio con Roberta Degl’Innocenti alla Libreria Chiari l’incontro poetico Graffiti di parole), i

Roberta Degl'Innocenti, Annadina Mengaziol ed Alessandra ContiniL'intervento di Alessandra Contini

    poeti Giuseppe Colapietro, Luigi Marchionni e Carlo Cantagalli.

 

Uno scorcio della Libreria ChiariAnnadina Mengaziol

 

Annadina Mengaziol

 
 

Roberta Degl'Innocenti

 

Libreria Chiari

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PRIMO PREMIO A ROBERTA DEGL’INNOCENTI PER LA FIABA LUNA E GINGILLINA

Mercoledì 8 giugno 2011 presso l’Auditorium della Cassa di Risparmio in Via Folco Portinari n. 5 Firenze, si è svolta la cerimonia di premiazione del III Premio Internazionale di poesia, narrativa e saggistica IL BOCCALE.

Per la sezione Fiaba il PRIMO PREMIO è stato assegnato alla scrittrice e poetessa fiorentina Roberta Degl’Innocenti per la fiaba LUNA E GINGILLINA. Oltre al diploma personalizzato è stato donato alla scrittrice un quadro del pittore Valter Malandrini, dipinto a tema.

Di seguito la motivazione del premio, scritta dalla Presidente Lia Bronzi:

Nella fiaba Luna e Gingillina prende forma una lingua magica proveniente da un universo poetico a più dimensioni, che è poi dominio archetipo unito ad immagini, analogie e visioni oniriche che si sviluppano in una terra di fantasia colma di echi, rimandi, ricordi.

La consegna del premio a Roberta Degl'Innocenti

 

Tutti elementi atti a costruire una fiaba poesia del nostro tempo, nella particolare vitalità dei suoi strumenti linguistici, verso una perduta infanzia di sogno e un’aria più lieve di vita.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

LINK ARTICOLO SU LITERARY PER LA LUNA E GLI SPAZZACAMINI

http://www.literary.it/occhio/dati/degl_innocenti/le_fiabe_sono_per_sempre.html

basta cliccare per leggere l’articolo e vedere le fotografie

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento